18 milioni di Bitcoin prodotti: come comportarsi?

Quella realtà dominata dal caos e dalla difficoltà di capire come si orienti il valore del bitcoin sembra essere ormai lontana: con la produzione di 18 milioni di Bitcoin il mondo delle criptovalute si è ormai orientato in un determinato modo, avendo acquisito una certa tendenza di mercato difficile da scardinare dalla sua posizione. Per questo motivo, con il traguardo dei 21 milioni di Bitcoin che sarà presto raggiunto, il mercato degli investimenti e delle finanze che ruota intorno alle monete virtuali ha ormai acquisito una certa tendenza che va compresa e capita nel dettaglio, per comportarsi di conseguenza, qualora il proprio desiderio sia quello di investire sul Bitcoin.

Il valore di mercato del Bitcoin

Per chi volesse investire sul Bitcoin, è necessario conoscere tutto ciò che c’è da sapere sul valore della moneta virtuale stessa, che viene indicato all’interno di portali come www.criptovalute24.com che sviluppano le tematiche in questione. All’interno di queste piattaforme si possono cogliere tutte le caratteristiche della moneta virtuale di riferimento, la sua capitalizzazione, le sue tendenze di mercato e il valore delle sue più naturali componenti.

Nel caso del Bitcoin, si è di fronte alla moneta virtuale che più ha valore e che, di conseguenza, è soggetta anche a sbalzi e picchi di mercato più considerevoli rispetto a qualsiasi altra criptovaluta. Con un guadagno di +€127.46(1.77%), da attestare al 21 ottobre del 2019, il Bitcoin ha un valore di mercato pari a €7,326.48.

Ovviamente, di solito, nel mondo delle criptovalute non si acquistano monete vere e proprie ma satoshi, che corrispondono a 0.00000001 bitcoin. Ad ogni modo, per avere altri dati di riferimento si può prendere in esame la capitalizzazione di mercato del bitcoin stesso, che si attesta – alla stessa data – a € 132,0 B, mentre nelle singole 24 ore il bitcoin ne ha raggiunto una di € 15,0 B. Con un massimo storico di oltre 18 mila euro, ci sarà da conoscere ancora molto dati i 3 milioni di monete virtuali restanti. 

Come comportarsi con 18 milioni di Bitcoin prodotti?

Nel momento in cui le prime monete virtuali hanno fatto la loro comparsa nel mondo dell’economia globale, determinando un incredibile cambiamento dal punto di vista finanziario, nessuno poteva aspettarsi che – in relativamente pochi anni – sarebbe stato possibile avvertire delle differenze incredibili nel mondo delle criptovalute. Il limite dei 21 milioni di Bitcoin prodotti sembrava un qualcosa di irraggiungibile ma, allo stesso tempo, non impossibile.

Con 18 milioni di Bitcoin prodotti è naturale aspettarsi dei cambiamenti nell’ambito dell’economia di tutto il mondo: la concorrenza è sempre più spietata, la volontà di appropriarsi delle componenti del Bitcoin stesso e dei satoshi è sempre più alta e, allo stesso tempo, appare sempre più difficile riuscire a competere all’interno di un mercato saturo di offerte, domande, risposte e cessioni.

Il mondo delle criptovalute non può essere assolutamente considerato come un gioco, così come dimostra la grande attenzione che sempre più utenti stanno dimostrando per il Bitcoin stesso. Di conseguenza, chi vuole realmente investire nelle monete virtuali deve aspettarsi una concorrenza non semplice da vincere, un mercato che potrebbe cambiare da un momento all’altro e un valore della moneta che non è regolato da alcun ente finanziario, e che quindi potrebbe subire picchi in ascesa o in discesa. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *